Calvizie maschile: i segnali, la prognosi, il trattamento

TABLE OF CONTENTS

Calvizie maschile

Che cos'è la calvizie maschile?

La calvizie maschile è la principale causa di perdita dei capelli negli uomini

Colpisce la maggior parte degli uomini con l’avanzare dell’età: oltre la metà degli uomini oltre i 50 anni sicuramente soffrirà di calvizie maschile

È comune anche tra gli uomini più giovani, a volte è già visibile all’età di 20- 30 anni o anche prima. 

Questo tipo di caduta dei capelli nell’uomo si manifesta in modo diverso a seconda dei gruppi etnici. È più comune nei caucasici, più della metà dei quali ne soffre prima dei 50 anni. 

Le persone di origine asiatica hanno molte meno probabilità di perdere i capelli in questo modo.

La calvizie femminile è meno comune, anche se colpisce molte donne, soprattutto quelle più anziane. 

A differenza degli uomini, le donne hanno meno probabilità di diventare completamente calve. È più frequente un generale diradamento dei capelli.

Quali sono le cause della calvizie maschile?

La calvizie maschile è genetica

Esiste una variazione naturale tra gli uomini nella sensibilità a un tipo di ormone maschile noto come androgeno

Questi ormoni influenzano svariati processi dell’organismo. Nello specifico influenzano la differenziazione tra corpi maschili e femminili.

Il testosterone è il principale tra gli ormoni maschili (androgeni), in particolare, un tipo di androgeno del testosterone che ha un effetto particolare sui follicoli piliferi è l’ormone diidrotestosterone o DHT

È regolato dall’enzima 5-alfa reduttasi. Un’eccessiva sensibilità a questo ormone provoca la calvizie maschile.

La maggior parte delle persone ha circa 100.000 follicoli piliferi sul cuoio capelluto.

Ogni follicolo alterna la fase di crescita (anagen) a quella di riposo (telogen).

In una testa piena di capelli, i follicoli in fase anagen sono molti di più di quelli in fase telogen. Quando un follicolo pilifero passa dalla fase anagen a quella telogen, il capello cade. Quando passa dalla fase telogen a quella anagen, i capelli ricrescono. Questo è il normale ciclo del capello.

Il diidrotestosterone DHT abbrevia la fase anagen dei follicoli piliferi. La durata standard della fase anagen è di circa 3-6 anni.

L’ipersensibilità genetica al diidrotestosterone può ridurre drasticamente questo periodo, a meno di un anno o addirittura a meno di un mese.

I follicoli piliferi si restringono e producono capelli più sottili, deboli e meno numerosi. Le aree colpite non producono quasi più capelli sulla cute. 

La mia perdita di capelli è un segno di calvizie maschile?

Esistono diverse forme di calvizie che non sono dovute alla calvizie maschile, alcune possono essere correlate anche all’alopecia androgenetica.

L’alopecia androgenetica è una caduta dei capelli cronica, ma la caduta dei capelli a chiazze o una calvizie molto rapida sono probabilmente dovute ad altro, ma non è dovuta all’eccesso di testosterone, quanto piuttosto ad un’eccessiva sensibilità ad esso.

Le cause possibili sono una malattia, un’infezione oppure un farmaco. Scoprite anche gli altri tipi di perdita dei capelli.

La diradazione dei capelli concentrata sulle tempie o sulla sommità della testa (crown) probabilmente indica l’inizio della calvizie maschile.

Di solito si tratta di un processo piuttosto lento. La perdita di capelli si verifica nell’arco di anni. 

I pazienti solitamente non soffrono di effetti indesiderati nel processo dovuto alla calvizie maschile. 

Se si verificano altri sintomi, come il malessere, può essere che siano dovuti a una specifica condizione medica e si dovrebbe consultare un medico.

Alcuni pazienti presentano una chiazza di calvizie sulla parte superiore, mentre altri hanno un’attaccatura a “picco di vedova” sulla parte frontale della testa. La diradazione alle tempie si ritira e si allarga fino a diventare molto evidente.

Cosa posso fare?

Esistono diverse opzioni sia cosmetiche che mediche a disposizione dei pazienti che soffrono di calvizie maschile.

Nelle fasi iniziali della calvizie, una buona opzione è quella di scegliere un’acconciatura che non accentui le aree di capelli mancanti.

I pazienti con calvizie più avanzata a volte optano per un parrucchino o una parrucca per coprire le chiazze calve. Questa soluzione funziona meglio con una calvizie sulla corona che con una calvizie concentrata sulle tempie.

Molti pazienti optano per i farmaci. Alcuni di questi farmaci agiscono riducendo la produzione di diidrotestosterone da parte dell’organismo. Ciò significa che i follicoli piliferi passano dalla fase telogen (di riposo) a quella anagen della crescita.

D’altra parte, gli effetti ad ampio raggio degli androgeni che causano la caduta dei capelli genetica fanno sì che i farmaci che li inibiscono possano avere effetti collaterali significativi, come problemi respiratori, cardiaci e di peso.

Altri problemi, come eruzioni cutanee e depressione, possono verificarsi con l’utilizzo di alcuni farmaci.

Pertanto, i pazienti devono essere cauti nell’uso di farmaci che influenzano la produzione ormonale e utilizzarli solo sotto indicazione medica. In ogni caso, per molti pazienti sono inefficaci.

Altri pazienti scelgono integratori alimentari per mantenere una dieta equilibrata. Per sapere quali sono i nutrienti necessari per avere una chioma folta, consultate questo sito.

Tuttavia, purtroppo nessuna vitamina o minerale può far regredire la perdita di capelli genetica.

 

L’unico modo permanente e affidabile per contrastare la caduta di capelli maschile è un trapianto di capelli.

Le moderne tecniche di trapianto lo rendono estremamente sicuro, riducono al minimo le cicatrici e hanno tempi di recupero rapidi.

Un buon risultato di trapianto ha un aspetto molto naturale ed è una soluzione permanente. Prima di optare per questa soluzione, tuttavia, è fortemente consigliato un consulto con uno specialista.

Negli ultimi anni molti pazienti hanno scelto di sottoporsi al trapianto di capelli in Turchia, dove la tecnologia è più avanzata e i prezzi sono più contenuti.

Il Dr. Levent Acar è stato un pioniere della tecnologia del trapianto Zaffiro DHI, la quale agevola i tempi di recupero, che sono più rapidi e i migliori risultati di qualsiasi altro trattamento disponibile sul mercato.

Richiesta di analisi e consultazione gratuita dei capelli

Trapianto di capelli in Turchia durante Corona Virus

La Clinica Cosmedica prende molto sul serio la situazione attuale e prende misure appropriate sia all’interno che all’esterno della clinica. Offriamo test PCR COVID-19 in loco ai nostri pazienti. Inoltre, sosteniamo i nostri clienti con problemi di trapianto di capelli in Turchia durante la pandemia.